Mocassino Twin-Set Twin-Set Twin-Set Simona Barbieri Donna - 11529717FE fcf28f

Mocassino Twin-Set Twin-Set Twin-Set Simona Barbieri Donna - 11529717FE fcf28f

Home / Archive by category "Cosmo Blog"
Return to Previous Page
Cosmo Blog

Sneakers Boutique Moschino Donna - 11326637LS,

Posted on 13 novembre 2017 at 10:45 by / 0

Mocassino Lola Cruz Donna - 11472131SQ,Mule Pedro García Donna - 11406504VUDécolleté F.Lli Bruglia Donna - 11525531RMStivali Federica Stella Donna - 11513081INSneakers Adidas By Raf Simons Donna - 11463582VFChelsea Boots Marco Ferretti Donna - 11493361SBChelsea Boots Pons Quintana Donna - 11460306XQStivali Nila & Nila Donna - 11476827MB,Mocassino M. Gemi Donna - 11480276AS,Stivaletti Giancarlo Paoli Donna - 11506425WX,Décolleté G Di G Donna - 11507714FF,Décolleté Giancarlo Paoli Donna - 11279478KCMocassino Chiarini Bologna Donna - 11509972HK,Mocassino La Sellerie Donna - 11536488HH,Mocassino Chiarini Bologna Donna - 11537316CD,Stivaletti Maria Cristina Donna - 11314885WI,Chelsea Boots Anna Baiguera Donna - 11493102WL,Stivali Gisèl Moirè Paris Donna - 11488249TQ,Stivaletti Janet & Janet Donna - 11516720VM,Stivaletti Moon Boot Donna - 11482002CESandali Pons Quintana Donna - 11471682ED,Stivaletti Marc Ellis Donna - 11481083XJ,Sandali Maria Cristina Donna - 11505622AN,Sneakers Via Roma 15 Donna - 11400050DM,Stivaletti Le Marinē Donna - 11486010XUStivaletti Sam Edelman Donna - 11493624VOStivaletti By A. Donna - 11516706VB,Décolleté Pas De Rouge Donna - 11503517JD,Stivali United Nude Donna - 11507248TA,Mocassino Paloma Barceló Donna - 11229898OC,

La cromoterapia insegna: il blu è un colore che ha qualità calmanti e rilassanti. La sua peculiarità è quella di agire direttamente sul sistema nervoso inducendo in maniera automatica e istintiva il riequilibrio di mente e corpo, addirittura di normalizzare il battito cardiaco e la pressione. E noi di Cosmocasa che abbiamo a cuore i nostri clienti non possiamo che vivamente caldeggiarne il suo utilizzo, e di non relegarlo agli ambienti più intimi della casa come il bagno o la camera da letto. Si tratta inoltre di un colore molto elegante e ricercato, che può andare a completare molti stili di arredamento come il minimal o lo shabby chic. Per questo, sfatiamo anche un altro mito: non è il colore specifico dello stile marinaro, dunque non è da relegare solo al classico arredamento della casa al mare. L’unico punto a sfavore di questo versatile colore è che, nelle tonalità scure, tende a rimpicciolire gli ambienti e va dunque utilizzato senza i giusti accorgimenti.

Ecco 5 suggerimenti per inserirlo nella vostra casa e sentirvi subito meglio!

1. SCEGLI UN COLORE TENUE PER UNA DELLE PARETI DELLA STANZA: come abbiamo già detto, i colori scuri hanno la tendenza a rimpicciolire la stanza. Se ci piace tantissimo il blu notte però possiamo osare, magari per realizzare la parete abbastanza ampia della zona living oppure quella dove poggia la testata del letto in camera. Se vogliamo invece dare una mano di colore a tutto l’ambiente, andiamo a scegliere dalla mazzetta un tonalità più chiara e desaturata, capace di rinfrescare corpo e mente con un solo sguardo.

2. USA UN DECORATIVO: lo stucco veneziano, l’effetto seta, il nuvolato classico, uno spazzolato neutro o perlescente, il brillantinato, l’effetto pietra o legno. Oggi in commercio c’è l’imbarazzo della scelta sui sistemi di pittura decorativi e intervenire con un effetto di questo tipo prediligendo le tinte del blu vi permetterà di ottenere un effetto esteticamente bello e utile al vostro benessere.

3. RIDIPINGI I MOBILI: qualora la vostra casa non avesse già una connotazione di colore definita ma regnassero colori chiari e tonalità neutre come beige, tortora, sabbia, crema, panna in tutte le loro mille sfumature, ridipingere uno o più elementi del mobilio di un bel blu anche acceso può farvi apparire tutta la casa sotto una nuova luce. Può essere la vecchia cassettiera della nonna che tenete in camera da letto, il tavolo e le sedie della cucina, lo scaffale del bagno dove riponete gli asciugamani. In commercio ci sono smalti specifici per legno o altri materiali che in poche ore di lavoro faranno cambiare aspetto a tutta la vostra casa.

4. USA LE RIGHE: lo abbiamo già detto, il blu non è solo il colore del mare o dello stile che ad esso si associa. Ma è perfetto per decorare con le righe, in abbinamento a colori neutri, al bianco o perché no a un bel corallo acceso. Se avete una parete sgombera bella grande e volete un elemento di arredamento di grande impatto, con una livella e della carta gommata si può dare forma alle tinte in maniera da rimanere a bocca aperta.

COMPOSIZIONE

Pelle
  • DETTAGLI
    pelle, nappine, tinta unita, punta stretta, tacco a spillo, tacco rivestito, interno in pelle, suola di cuoio, contiene parti non tessili di origine animale
  • MISURE
    Altezza tacco 9 cm
  • 5. ABBINALO CON IL BIANCO: nel caso in cui il blu sia già presente nella vostra casa, perché una parete o un mobile lo avete già, per ridare nuova luce a questo colore basta operare il procedimento inverso. Ovvero introdurre elementi chiarissimi in casa, e il bianco è perfetto. Via dunque a una mano di vernice candida su sedie e librerie, lenzuola e tende candide, elementi di arredo in ceramica che facciano risaltare il senso di relax della vostra casa
    Non hai già voglia di fresco e novità?

    Cosmo Blog

    Stivali Agl Attilio Giusti Leombruni Donna - 11413631JF,

    Posted on 13 novembre 2017 at 10:42 by / 0

    Ancora prima di dare colore alla tua casa, bisogna preparare le pareti a riceverlo. E se tutte le pitture fossero uguali, Cosmocasa non avrebbe senso di esistere. Non ti diciamo niente di nuovo se ti facciamo notare che in commercio oggi c’è di tutto e a qualsiasi prezzo. Ma dopo aver faticato tanto per realizzare la struttura della tua casa con materiali durevoli nel tempo e con prestazioni adatte alle tue esigenze, la sua rifinitura è altrettanto importante, sia dentro che fuori. Per avere il risultato ottimale sia a livello estetico che tecnico, per salvaguardare la tua salute e quella di chi vive con te, c’è quindi un’attenzione particolare che devi dare quando inizia pensare alla tinteggiatura dei tuoi ambienti.

    Oggi vogliamo darti qualche consiglio utile per barcamenarti nella scelta della pittura da interni!

    Mocassino Twin-Set Twin-Set Twin-Set Simona Barbieri Donna - 11529717FE fcf28f

    1. MAI SOTTOVALUTARE LA QUALITÀ: un adagio del settore recita che “se credi che un professionista ti costi troppo, non hai idea di quanto ti costerà un incompetente”. Oggi puoi trovare la tua pittura per interni addirittura nei supermercati oppure nei magazzini della grande distribuzione del bricolage e gli shop online. Il problema è: chi assiste in quel caso il tuo acquisto? Rivolgerti a un centro colore specializzato ti offre una garanzia preliminare fondamentale: qualcuno ha valutato per te quel marchio che stai comprando e si è preso la responsabilità di venderlo perché è sinonimo di standard qualitativi.

    2. CONTESTUALIZZA L’ACQUISTO IN BASE ALLE TUE NECESSITÀ: lavabile, traspirante, antimacchia, antiumido, anticondensa, idrorepellente, antimuffa, e chi più ne ha più ne metta. E poi: pittura vinilica, acrilica, silossanica, acrilsilanica, silicato, a base calce, e l’elenco potrebbe continuare. I tipi di pittura sono raggruppati in categorie e sono diversissimi tra loro. Anche se sei un esperto o un grande appassionato dei prodotti, confrontarti con un professionista del settore è importante per la scelta del prodotto giusto: dal dialogo e dal confronto, dall’analisi dettagliata della tua esigenza specifica si potrà trovare il prodotto più specifico per la tua esigenza e andare a “colpo sicuro”, evitando un’inutile spreco di materiale, tempo e denaro.

    3. A OGNI AMBIENTE DELLA CASA LA SUA PITTURA: così come sono vari i tipi di pittura per categoria, così l’ambiente dove questa va posata diventa determinate per scegliere tra tutti i prodotti in commercio. E per “ambiente” non intendiamo dire che che ci sia una pittura che necessariamente vada bene per il bagno e una per la camera da letto. Bisogna considerare anche il tipo di utilizzo che di quell’ambiente si fa. A parità infatti di tipologia bagno, per esempio, potrebbe trattarsi di un bagno principale utilizzato magari da tutta la famiglia o di un bagno di servizio, usato di rado e magari adibito prevalentemente a lavanderia. La presenza di fonti di umidità così cambia ed è pure diversa l’esigenza estetica dei due bagni. Ecco che si può andare a scegliere una pittura diversamente performante ma sempre di ottima qualità, a dei prezzi completamente diversi.

    4. NON GUARDARE SOLO AL PREZZO MA ANCHE ALLA RESA DEL PRODOTTO IN RELAZIONE AI METRI QUADRATI: se è pacifico che una latta di pittura venduta in un grande magazzino a prezzi stracciati non può essere considerato un prodotto performante e di qualità, siamo d’accordo che il prezzo è solo un indicatore di partenza per scegliere quale pittura far entrare nella propria casa. Ecco che, chi ha competenze in merito e un colorificio alle spalle, può introdurre un importante elemento di valutazione per la tua scelta che è la resa delle pitture per metro quadrato. A parità di contenuto della confezione, infatti, pitture diverse hanno rese differenti che influiscono poi sul prezzo finale del prodotto. Se una pittura sembra avere un costo più elevato di un’altra ma è sufficiente per ricoprire un numero di metri quadri maggiore, ecco che il costo al metro quadratto effettivo del barattolo è abbattuto. La scheda tecnica del materiale in questi casi è fondamentale.

    5. USA SEMPRE GLI ATTREZZI GIUSTI: hai mai visto uno scaffale ben assortito di un’azienda di pennelli? Pensa che solo in Cosmocasa abbiamo un centinaio di tipi diversi di attrezzatura per dipingere, e solo tra tra rulli e pennelli. Sol questo dato dovrebbe farti sorgere il dubbio che non tutti i lavori di pittura e imbiancatura possono essere fatti con gli stessi attrezzi e per un risultato ottimale è necessario scegliere con cura. Per questo il consiglio di un professionista diventa determinante per la riuscita di un ottimo risultato.

    Cosmo Blog

    Sandali Paloma Barceló Donna - 11333573AK,

    Posted on 13 novembre 2017 at 10:34 by / 0

    Il mercato edile oggi è fatto prevalentemente di ristrutturazioni, il che vuol dire che il cliente ha due tipi di esigenze:
    migliorare le condizioni di abitabilità di uno stabile che è stato realizzato con tecniche costruttive nella stragrande maggioranza dei casi obsolete e magari anche non più a norma;
    far durare i lavori il minor tempo possibile;

    impiegare la più ragionevole somma di denaro possibile.

    Per noi, oggi il CARTONGESSO offre la soluzione più adeguata per costruire anche ex novo, ma oggi vi daremo ben 10 motivi per sceglierlo come elemento di messa a nuovo della tua casa.

    1. ISOLAMENTO TERMICO: il cosiddetto SISTEMA A CAPPOTTO è un assemblaggio di lastre di cartongesso COIBENTATE, ovvero realizzate con un particolare sistema a sandwich che prevede l’inserimento di materiali adatti a trattenere il calore senza che si disperda nell’ambiente esterno ovvero che il calore esterno non invada la casa, a seconda delle stagioni. Queste particolari lastre sono chiamate PANNELLI ACCOPPIATI proprio perché sono formate dalla lastra in gesso e da quella di materiale coibentante e sono di facile montaggio, per incollaggio sulla parete da isolare oppure su un particolare telaio metallico che contiene all’interno il materiale coibente. Alcuni tipi di sistemi a cappotto godono poi di una certificazione specifica.

    2. ISOLAMENTO ACUSTICO: se la notte non riuscite a dormire perché sentite il vicino che russa oppure i vostri figli si lamentano di perdere la concentrazione nello studio perché distratti dai rumori del traffico che vengono dall’esterno, sappiate che c’è un rimedio a tutto. Anche ai tacchi della vicina. Il cartongesso, infatti, oggi si trova in commercio con delle particolari certificazioni di FONOASSORBENZA e POTERE FONOISOLANTE. Ciò vuol dire che il cartongesso è un materiale capace di ridurre l’intensità sonora proveniente da ambienti contigui e/o sovrastanti, nonché è adatto ad assorbire in tutto o in parte l’energia sonora che impatta su di esso.

    3. NO ACQUA, NO FUOCO: esistono in commercio delle particolarmente indicate per ambienti umidi come bagno, vano doccia, cucina, lavanderia, scantinati, certificate per un bassissimo livello di assorbimento d’acqua, trattate con uno speciale procedimento che le rende meno sensibili all’umidità e al vapore. Allo stesso modo, esistono delle lastre certificate per la resistenza alle fiamme, particolarmente indicate per i luoghi pubblici, che rispondono a determinati parametri REI e abbinano il gesso (che ha già di per séuna naturale capacità di resistere al fuco) ad altri materiali come la vermiculite, le fibre di vetro e la perlite.
    4. SOLUZIONE CONTRO LA MUFFA: i problemi di muffa in casa hanno molteplici origini e cause, meriteranno di essere approfonditi in un altro post. Ma una soluzione veloce e pratica, nonché economica rispetto ad altri interventi, in presenza di una parete “infestata” può essere rappresentata anche dal cartongesso. Di fatto si crea un cappotto composto da cartongesso abbinato ad un materassino in polistirolo (o polistirene) che viene poi incollato sulla parete. L’alternativa è quella di montare un telaio in metallo tra muro e cartongesso, così da ottenere un’intercapedine, che viene areata con appositi fori in alto e in basso, coperti poi da grate.

    5. NON TEME GLI URTI: le lastre di cartongesso in commercio hanno vari spessori e sopportano il carico di vari pesi, anche di grande portata. La consistenza del materiale e l’avanzare delle tecnologie lo rendono oggi un materiale minimamente friabile e resistente alla maggior parte delle sollecitazioni. Ecco perché è perfetto non solo per gli ambienti di casa, ma oltremodo indicato per l’utilizzo in ambienti affollati dove il rischio di urti è più alto, come le scuole, gli ospedali, le palestre e gli edifici pubblici in genere.

    6. FACILITÀ DI LAVORAZIONE E RIMOZIONE: l’attrezzatura per la lavorazione del cartongesso è di facile maneggevolezza. Basta, infatti, un cutter specifico oppure un seghetto. Il materiale viene venduto in lastre di varie dimensioni e la larghezza standard è comunque 120 cm. Intervenire sul lavoro già fatto o rimuovere un lavoro realizzato in cartongesso poi, è molto semplice: basta seguire il procedimento inverso al montaggio. Inoltre, proprio nel caso in cui le lastre siano state appoggiate su strutture già esistenti, queste non sono state alterate. Un grosso vantaggio nel caso dei pavimenti, che non dovrenno essere ripristinati di piastrelle mancanti, per esempio.

    7. CANTIERE PULITO: un altro grande vantaggio del cartongesso è che proprio la sua facilità nella lavorazione e il fatto che i pezzi per l’assemblaggio siano praticamente belli e che pronti, fa sì che una volta portati in cantiere dovranno soltanto essere adeguati in base all’opera da realizzare. Si taglia tutto in cantiere senza attrezzatura ingombrante e senza la produzione di macerie e nemmeno le polveri sono mai eccessive. Per la pulizia finale del locale è sufficiente una buona scopa e un’aspirapolvere, oltre al lavaggio finale dei pavimenti.

    8. VELOCITÀ DI POSA: materiali facili da maneggiare, assemblare, cantiere da ripulire con pochi gesti significa anche meno tempo impiegato dagli operai per concludere il lavoro. Certamente, tempo guadagnato per godere del risultato finale.

    9. FACILMENTE PERSONALIZZABILE CON OGNI FINITURA: esistono pitture specifiche per il cartongesso che permettono di rasare e rifinire le pareti allo stesso tempo, e si tratta di un ottimo supporto per pitture e decorativi, nonché carta da parati. Dopo la parte tecnica di assemblaggio, finalmente si può liberare la fantasia.

    10. SPAZIO ALLA CREATIVITÀ: cartongesso non è sinonimo ovviamente solo di pareti: controsoffitti, strutture con forme artistiche, illuminazione, scaffalature, librerie, mensole, separé, sedute in cucina o nella doccia, banconi dei locali, cabine armadio, ambiente bagno nella camera da letto. Qualsiasi cosa vi venga di realizzare nella vostra casa, potrà prendere forma.

    Ecco perché da Cosmocasa promuoviamo l’utilizzo del cartongesso per le ristrutturazioni.

    close